EMERGENZA – Urban Art Wall

L’emergenza sanitaria da poco terminata ha messo a dura prova la vita di tutti coloro che vivono in Italia.
Il lungo periodo di quarantena ha imposto il confinamento in casa a molte persone mentre ha dato ad altre la responsabilità di dover risponde all’emergenza.
Tra queste si annoverano i Volontari e gli operatori della Croce Rossa Italiana, il cui apporto è stato indispensabile per portare aiuti su tutto il territorio italiano.

A Bussoleno ha sede il Polo Logistico di Protezione Civile Valle di Susa dove opera la Croce Rossa Susa Val di Susa.
Nella struttura (ex plesso scolastico abbandonato) sono stati immagazzinati gli aiuti alimentari, poi distribuiti alle famiglie bisognose, i DPI anch’essi distribuiti a chi ne aveva estremo bisogno e vi è stato ospitato il personale sanitario che non poteva rientrare a casa o che copriva i posti vacanti presso l’Ospedale di Susa. E’ stato un luogo cruciale per poter rispondere efficacemente all’emergenza passata e ancora tutt’oggi svolge un compito importante in questa crisi, prima sanitaria e ora sociale.

L’Associazione Monkeys Evolution, ente che promuove le espressioni comunicative dell’Urban-art dal 2005, e Gruppo Boero, azienda interamente italiana che formula, produce e distribuisce pitture e vernici per l’edilizia e la nautica,  hanno voluto donare le proprie competenze e i propri prodotti alla CRI per ringraziarla del lavoro svolto nella passata emergenza, promuovendo la realizzazione di un’opera murale che rilasci una istantanea dell’impegno quotidiano dei Volontari.

L’opera, realizzata pro-bono da i due Urban-artist Supe e SprayVenom, inquadra il momento cruciale dell’emergenza attraverso il primo piano del braccio che, sporto all’indietro nel movimento sincrono della corsa, porta la valigetta del primo soccorso a chi ne ha bisogno. Il braccio è simbolo di operosità, di lavoro mentre la divisa e la mano guantata rappresentano la sicurezza: un connubio fondamentale che mai deve venir meno soprattutto in momenti critici. Sullo sfondo la Sacra di San Michele, simbolo della Valle di Susa, insieme al Rocciamelone, e i mezzi di soccorso che percorrono le strade del territorio.

Quest’opera, oltre a sintetizzare l’operato di CRI, è prima di tutto il risultato di una collaborazione solidale e sinergica tra associazioni e aziende all’avanguardia che, grazie alla cooperazione, riescono a realizzare interventi volti al recupero e alla valorizzazione dei territori attraverso l’arte e il colore.

Ringraziamenti:
L’opera è stata realizzata grazie:
All’impegno di CRI Val Susa che ha fornito mezzi e materiali;
Alla fornitura gratuita delle idropitture de il Gruppo Boero;
Al coordinamento artistico dell’ Ass. Monkeys Evolution;
Alla splendida opera realizzata da Supe e Spray Venom.